GRUPPO DI FOSSALON DI GRADO

FOSSALON di GRADO

Via Altino  – 34073 – Fossalon di Grado (GO)

E mail: fossalondigrado.gorizia@ana.it

CAPOGRUPPO: Mario VALLI

Anno di Costituzione 1947

Il Gruppo si costituì nel 1947 su iniziativa del Cappellano degli Alpini Don Antonio Agostini, allora parroco del comprensorio di Fossalon, località prettamente agricola, sorta a metà circa fra le due Guerre Mondiali con l’azione di bonifica del territorio. La popolazione che vi giunse fu principalmente di origine veneta e in parte friulana: numerosi gli alpini e orgogliosi di esserlo. Nel Gruppo sono affluite le penne nere di Grado e delle località limitrofe dell’entroterra.
Tra le attività vale la pena di ricordare:
– Nel 1965 Fossalon ospitò, curandone l’accoglienza, gli alpini per la gita che la Sezione di Gorizia organizzava annualmente.
– La erezione del Monumento ai Caduti nelle guerre sul sagrato della Chiesa, inaugurato il 17 Giugno 1978.
– Nella “Fiaccola Alpina della fraternità” del 1° novembre le località di Grado con l’omaggio al monumento dei caduti in mare e di Fossalon al monumento ai caduti sono due tappe da sempre cui segue la sosta per la tradizionale “castagnata”.
– La scorta e la veglia della Salma del Caduto Ignoto in Russia.
– Le giornate ecologiche dedicate alla pulizia del Banco d’Orio in collaborazione con il Comune di Grado, lo Sci Club di Grado, l’AGESCI di Grado e la Cooperativa Motoscafisti di Barbana.
– Nel 1997 si sono svolti i festeggiamenti per il 50° Anniversario di fondazione del Gruppo.
– Nel 1998 celebrazione del 20° Anniversario della posa in opera del monumento ai Caduti.
– Inverno 2003-2004 ricostruzione a seguito di incidente stradale, del capitello dedicato alla Madonna ausiliatrice in via Istria a Fossalon.
– Aprile 2007 festa per il 60° di fondazione del Gruppo.
– Settembre 2007 assegnazione della “Spilla d’oro” del Comune di Grado perchè “da 60 anni si adoperano in presenza attiva e collaborativa ad ogni iniziativa ed emergenza sociale”.
– Agosto 2017 servizio di guardiania al Sacrario di Oslavia
La sede rimane nella località di fondazione del Gruppo mentre gli alpini, anche grazie al miglioramento delle vie di comunicazione (originariamente Fossalon era di fatto un’isola) sono sparsi nel territorio; questo non ha fatto venir meno la partecipazione alla vita associativa dell’ANA, l’impegno nella vita sociale e nelle iniziative di solidarietà anche raccordandosi con altre associazioni.

Articoli

Nessun articolo trovato.

ALPINI: ESEMPIO PER L’ITALIA